La Gestapo fa irruzione nel nascondiglio di Anna Frank e della sua famiglia – è il 4 agosto del 1944

A seguito della soffiata di una donna, la Gestapo fa irruzione nell’appartamento dove si nasconde Anna Frank con la sua famiglia ed altri pochi ebrei rifugiatisi qui.

Costretti a nascondersi in seguito ad un invito a comparire inviato alla sorella di Anna, Margot, da parte della polizia tedesca, i Frank riuscirono per qualche anno a fuggire alle persecuzioni naziste. Il 4 luglio tuttavia, una donna mai identificata fece rapporto alla polizia condannando gli occupanti del nascondiglio alla prigionia nei campi di concentramento.

Anna, aveva ricevuto un piccolo libro rosso alcuni anni prima, in occasione del tredicesimo compleanno e decise in seguito di usarlo come diario.

La ragazza morirà all’età di 15 anni insieme alla sorella nel campo di Bergen-Belsen, entrambe ammalate di tifo esantematico nel marzo 1945, solo tre settimane prima della liberazione del campo.

Della famiglia si salvò solo il padre, il quale una volta tornato a casa dalla prigionia farà pubblicare il diario.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...