70 anni dalla strage di Sant’Anna di Stazzema

All’alba del 12 agosto 1944 si compieva una delle stragi più efferate nel nostro paese durante la seconda guerra mondiale.

A seguito di un rastrellamento operato da tre divisioni naziste, aiutate da  alcuni repubblichini, 560 civili perdono la vita, a maggioranza donne, bambini ed anziani. La vittima più piccola non ha che 20 mesi; trovata miracolosamente viva tra le braccia della madre, decede alcuni giorni dopo all’ospedale per le ferite riportate.

Fu solo nel 1994 che le indagini sui colpevoli del massacro fecero grandi passi in avanti, dopo che negli scantinati di Palazzo Cesi a Roma fu rinvenuto un armadio girato contro il muro; il mobile conteneva centinaia di documenti relativi a stragi ed omicidi compiuti da repubblichi e nazisti e fu ribattezzato “l’Armadio della vergogna”

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...