l’ISIL minaccia l’immenso patrimonio artistico dell’Iraq.

L’Iraq rappresenta in un certo senso la culla dell’umanità. Qui la storia apparve per la prima volta, e sempre qui le civiltà per prime lasciarono profonde tracce di sé e documentazioni scritte. Si tratta della leggendaria mezzaluna fertile; patria di babilonesi, persiani ed assiri.

Negli ultimi 20 anni, a causa delle continue guerre che devastano la regione, il patrimonio è stato costantemente messo in pericolo da ruberie e disastri dovuti ai combattimenti. Ora l’Isil (lo stato islamico del Levante) minaccia di distruggere buona parte del rimanente (ed ancora immenso) patrimonio artistico. L’archeologia in questi paesi è vista a volte come una profanazione; si crede che i reperti siano frutto delle popolazioni di cui si parla nella bibbia, distrutte per volere di Dio nel punire gli uomini per i loro peccati.

La recente ondata di estremismo rischia dunque di negare all’umanità parte della sua storia archeologica. Attualmente le forze dell’ISIL hanno occupato il museo di Mosul (secondo solo a quello leggendario di Baghdad) e minacciano la città di Ninive, antica capitale degli assiri.

Per quanto riguarda il museo, i combattenti avrebbero assaltato la struttura obbligando tutti ad uscire e trasformandolo in un centro operativo. Le autorità locali si dicono preoccupate per i possibili atti di vandalismo per i preziosi libri e le statue qui esposte. Anche l’Unesco avrebbe messo in opera un piano d’emergenza per la salvaguardia del patrimonio arstico e storico locale.

fonte:http://www.eurasiareview.com/16082014-iraqs-archaeological-treasures-risk-destruction-isil/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...