Archeologi portano alla luce una triste tragedia avvenuta nell’Oceano Indiano

A discapito delle leggi antischiavitù, nel XVIII secolo ancora molti africani erano catturati e venduti come schiavi. Gli archeologi stanno facendo luce su una tragedia avvenuta durante questo periodo, sul cui sfondo vi è ancora una volta il commercio illegale di persone.

Alcune centinaia di schiavi, catturati in Madagascar, vennero abbandonati su una piccola isola dell’Oceano Indiano in seguito al naufragio dell’imbarcazione sulla quale viaggiavano per destinazione l’isola di Mauritius, all’epoca facente parte del dominio coloniale francese. Qui sarebbero dovuti essere impiegati nelle piantagioni locali. La nave si incagliò contro la barriera corallina; nell’incidente molti schiavi morirono annegati mentre altri (un’ottantina) furono tratti in salvo e portati su una piccola isola sperduta in mezzo all’oceano.

Grazie ai materiali recuperati dal vascello furono costruiti un accampamento ed una nuova barca. L’imbarcazione partì in direzione della Francia, promettendo agli schiavi che sarebbe ritornata, tuttavia a discapito della promessa, i nuovi abitanti dell’isola aspettarono invano il ritorno del vascello. Questi furono infatti abbandonati a se stessi.

Fortunatamente l’isola abbondava di risorse naturali e i naufraghi poterono sopravvivere per parecchio tempo. Gli archeologi hanno trovato tracce di case ed edifici religiosi, segno inequivocabile che ad un certo punto i sopravvissuti capirono di essere stati lasciati al loro destino. Tuttavia, quando nel 1776 i soccorsi arrivarono, sull’isola vennero trovati solo 7 superstiti.

FONTE: http://www.archaeology.org/issues/145-1409/features/2361-tromelin-island-castaways

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...