Scoperta in Spagna la più grande miniera d’oro romana a cielo aperto.

Grazie al lavoro dei ricercatori spagnoli (università di Salamanca) è stato possibile riscoprire una sofisticata ed antica rete di miniere d’oro nel nord-ovest della penisola.

Utilizzando il Lidar (acronimo di Light Detection and Ranging) è stata inoltre ricreata una mappatura precisa del terreno sottostante, permettendo una vista attraverso la vegetazione e i campi. Gli studiosi hanno così potuto localizzare quella che è stata definita come la più grande miniera a cielo aperta conosciuta e il relativo sistema idraulico. Per estrarre l’oro i romani, non disponendo del moderno esplosivo, si servivano infatti della potenza dell’acqua, la quale permetteva di “tagliare via” interi pezzi di montagna.

I romani appresero queste tecniche dagli egizi, profondi  conoscitori dell’idraulica grazie alla loro secolare esperienza.

fonte: (ENG)  http://www.archaeology.org/news/2726-roman-gold-spain-engineering-hydraulics-lidar

fonte2: (ESP) http://www.agenciasinc.es/en/News/Laser-from-a-plane-discovers-Roman-goldmines-in-Spain

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...