I 10 ossari più belli del mondo

Quali sono le catacombe e i luoghi di sepoltura più strani e sorprendenti nel mondo? Una lista di ossari e catacombe che vi lascerà a bocca aperta, seguiteci in questa avventura un pò “macabra”.

Ecco secondo il sito “HeritageDaily” quali sono più belli.

1)  l’ossario di Sedlec – Repubblica Ceca

Il luogo divenne famoso in epoca medievale, quando l’abate Enrico tornò dalla Terra Santa con un urna contenente del terreno di Goldata e la disperse all’interno del cimitero di Sedlec. Da allora molti vollero farsi seppellire nel piccolo cimitero. Ormai senza spazio, nel 1400 gli abati dovettero costruite un’ossario che secondo alcuni stime conta i resti di almeno 40.000 individui.

Fu nel 1870 che un intagliatore, František Rint, realizzò le decorazioni usando le ossa dei defunti.

oss1-1024x940

2) La cripta dei cappuccini – Roma 

Ricavata all’interno della chiesa Santa Maria della Concezione dei Cappuccini, la cripta ossario è decorata con i resti di circa 4000 frati cappuccini, raccolti tra il 1528 ed il 1870 dal vecchio cimitero dell’ordine dei Cappuccini

All’ingresso della cripta su una targa è riportata questo monito:« Quello che voi siete noi eravamo; quello che noi siamo voi sarete. »

Non si tratta di arte macabra, la struttura ha infatti un alto significato religioso. Sottolinea la breve durata della vita e la scarsa importanza del corpo rispetto all’anima.

oss2-1024x940

3) Ossario di Brno – Repubblica Ceca

Si tratta del secondo ossario più grande d’Europa dopo quello parigino. Costruito nel XVII secolo, è stato ritrovato alcuni anni fa durante alcuni lavori di scavo archeologici. è situato sotto la chiesa di San Giacomo ed ospita le spoglie di circa 50.000 persone.

oss3-1024x940

4) Cappella degli Ossi, Evora (Portogallo)

Costruita grazie all’intervento di un monaco francescano nel corso del XVI secolo, ospita le ossa di circa 5000 individui.Come nel caso di Roma, si tratta di un chiaro monito sul nostro destino.

è presente anche qui un’incisione che sottolinea la transitorietà della vità: “Noi ossa che qui stiamo, le vostre aspettiamo”

oss4-1024x940

5)La cappella dei teschi, Kudowa-Zdròj, Polonia

Fu ostruita nel 1776 per opera di un locale monaco come luogo di sepoltura per coloro che morirono nella guerra dei trentanni e nelle tre guerre di Slesia.

In seguito vennero aggiunti anche i resti di coloro che morirono di epidemie, come il colera, o anche di stenti.

In tutto ospita circa 21.000 resti di invidui.

OSS5-1024x940

6)Catacombe di Parigi – Francia

Si tratta dell’ossario più grande d’Europa. Al suo interno sono conservate le ossa di 6 milioni di individui.

Per ovviare al problema dei crolli del suolo, dovuti alla presenza di gallerie scavate nel passato per ottenere  calcare, gesso e argilla, vennero utilizzate le stesse ossa dei defunti per creare veri e propri muri di sostegno nel corso del XVIII secolo.

In seguito, nel 1810, Louis-Étienne Héricart de Thury supervisionò i lavori che resero il posto un reale luogo di sepoltura, ordinando  il riarrangiamento di crani e femori nell’attuale disposizioni e il ritrovamento di lapidi e decorazioni dei cimiteri (scomparsi durante la rivoluzione)

oss6-1024x940

7)  L’ossario di Fleet Street – Inghilterra.

Situato a Londra, ospita i resti di alcune centinaia di invidui morti nel grande incendio di Londra che investì la città nel 1666 ma non solo.

Alcuni scavi eseguiti negli anni 50 hanno rivelato infatti la presenza di corpi risalenti anche al medioevo

oss7-1024x940

8) San Bernardino alle Ossa – Milano

Si trova all’interno della Chiesa di San Bernardino alle Ossa, edificio costruito in epoca medievale.

Nel 1652 cominciò ad ospitare le ossa provenienti dal vicino cimitero dell’Ospedale Maggiore e nel tempo venne sempre più riccamente ornato e decorato.

La volta è stata affrescata nel 1695 da Sebastiano Ricci (Trionfo di anime in un volo di angeli)

Nel 1738, re Giovanni IV del Portogallo, in visita nella città, rimase talmente colpito dall’ossario da volerne realizzare uno nel proprio paese (per l’appunto quello di Evora – numero 4)

oss9-1024x940

9) Catacombe dei cappuccini – Palermo

Le tombe sono ricavate all’interno di gallerie scavate nel corso del XVI secolo. Non sono mai state inventariate tutte le salme, tuttavia si ritiene che siano conservate qui almeno 8000 salme.

Qui non sono conversati solo i resti dei cappuccini, ma anche di commercianti e borghesi e comuni cittadini.

Nel 1920 un padre decise di far imbalsamare la propria bambina, morta di Polmonite. Da allora nessuno può essere fatto seppellire all’interno.

Catacombe-Palermo

 

10) Cimitero delle fontanelle – Napoli

Più che di un ossario si tratta di un cimitero che ospita i resti di 40.000 persone morte nelle due grandi epidemie di colera che sconvolsero la città partenopea in due date distinte: nel 1656 e nel 1836.

Oltre alle vittime dell’epidemia sono conservati i resti anche di molti cristiani vissuti durante l’epoca tardo-romana. Qui venivano seppelliti coloro che non potevano permettersi una sepoltura migliore.

FontanelleNaples3

Articolo di Stefano Borroni

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...