La Slovenia risarcirà le vittime delle foibe e gli esuli istriani

Si tratta di una vera e propria svolta storica; Mai nessuno degli stati appartenenti all’ex Jugoslavia aveva infatti mai dichiarato di voler risarcire le vittime del dramma avvenuto in Istria e Dalmazia circa 70 anni fa. Il paese si è detto infatti pronto a pagare parte delle proprie colpe, dando un indennizzo anche a chi fu costretto a lasciare il proprio paese d’origine.

Foiba_di_Vines_-_recupero_cadaveri

Alcuni corpi vengono recuperati da una foiba, cavità naturali dell’area carsica

La popolazione italiana, in parte risiedente nella regione da molti secoli, ovvero sin dalla colonizzazione veneziana, e in parte installatasi qui dopo l’annessione dell’Istria all’Italia dopo la fine della prima guerra mondiale, fu vittima di una vera e propria persecuzione. I massacri cominciarono nel 1943 con l’armistizio e i primi episodi di uccisioni nelle foibe; Quando in seguito l’esercito Jugoslavo conquistò la regione nel 1945, seguirono l’installazione di campi di prigionia e la conseguente pulizia etnica. Infine, la conclusione della seconda guerra mondiale e l’occupazione definitiva del territorio da parte della Jugoslavia di Tito, obbligò decine di migliaia di italiani ad evacuare l’Istria e la Dalmazia. Fino ad oggi sono almeno 11.000 i morti ufficialmente riconosciuti, mentre si calcola che furono almeno 250.000 gli italiani costretti a lasciare le loro case (80.000 di loro abbandoneranno anche la stessa Italia). E’ proprio grazie ai sopravvissuti che siamo venuti a conoscenza delle terribili angherie che gli italiani subirono nella regione. Spesso confinato al dibattito politico-ideologico, il dramma delle Foibe è stato vittima di un mancato riconoscimento ufficiale. Solo nel 2004 lo stato italiano si decise a celebrare il ricordo di una pagina così nera per il nostro paese, istituendo il “giorno del ricordo” (10 febbraio). Se è vero che gli italiani non si comportarono in maniera nobile nel territorio dalmata durante l’occupazione (forzando l’italianizzazione della regione, anche attraverso l’obbligo di insegnare solo la lingua italiana), le colpe ricaddero anche su civili inermi.

Per quale motivo solo ora?

Il tutto farebbe parte di un percorso di avvicinamento tra i due paesi, in occasione dell’integrazione della Slovenia all’interno dell’Unione Europea. L’ex presidente della repubblica Giorgio Napolitano è stato infatti ospite pochi anni fa a Lubiana e qui aveva sollecitato le autorità competenti a risolvere la difficile questione storica; Infine Il governo di Lubiana ha deciso così di riparare una serie di torti commessi dal regime di Tito

Chi è interessato dal risarcimento?

Come sottolinea il Corriere della sera, “la maggior parte è costituita da cittadini italiani originari di Istria e Dalmazia (…) La riparazione riguarda i familiari di chi è morto, di chi ha subito internamenti in campi di prigionia, chi si è visto privare dei suoi beni. Le persone che già si sono fatte avanti nelle sedi delle associazioni a Trieste e dintorni sono circa 2.000 ma il loro numero è potenzialmente molto più alte e richieste di informazioni telefoniche sono già arrivate non solo dall’Italia ma anche dalla Germania, dal Canada, dall’Argentina”.

Non è tutto oro quel che luccica

Non tutto però è così facile come sembra; Per gli istriani c’è l’obbligo di dimostrare il proprio dramma e di esser stati costretti alla fuga. Il testo di legge è inoltre ancora in sloveno e non è stato tradotto, per cui ci vorrà ancora qualche giorno o settimana per capire la valenza dell’atto. Manuele Braico, presidente dell’associazione delle Comunità istriane. ha commentato che la questione non è ancora del tutto risolta. Se infatti il governo italiano ha pagato il proprio pegno con le proprietà lasciate ivi dagli esuli, nessuno è mai stato risarcito per esser stato costretto alla fuga.

Intanto già 2000 persone si sono fatte avanti, facendo richiesta di risarcimento. Già invitate dalle stesse autorità slovene, si spera che finalmente possano avere anche quel riconoscimento economico che è a loro dovuto

Articolo di Stefano Borroni

fonte: http://www.corriere.it/cronache/15_ottobre_16/foibe-ed-esuli-istriani-slovenia-risarcisce-4a35fb32-7447-11e5-846d-a354bc1c3c5e.shtml?refresh_ce-cp

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...