Torino, ritrovato il diario segreto di Cavour

Non se ne conosceva l’ubicazione dal 1912. Dopo la consultazione e trascrizione da parte dello storico Francesco Ruffini ne erano sparite le tracce. è stato ritrovato alcuni mesi fa da Roberto e Luca Cena, proprietari della libreria antiquaria “Il Cartiglio”. Scritto in gioventù,  tra il 1835 e il 1838, il documento era conservato inizialmente nell’archivio di casa Cavour. Donato poi da Ainardo di Cavour (nipote di Camillo) insieme ad altri cimeli dello zio a Federico Borani (segretario del conte).

In tutto il diario contiene 161 pagine, di cui alcune inedite. Sembra infatti che lo storico Francesco Ruffini non le abbia trascritte tutte, e neppure riprodotte fedelmente. Alcune pagine raccontano di scene sessuali e vari rapporti amorosi che ebbe Cavour, incollate per censura. Insieme al diario anche un taccuino di appunti di cui non si conosceva neppure l’esistenza in cui emergono numerose pagine scritte tra il 1858 e il 1859.

Gli studiosi analizzeranno il diario e cercheranno nuovi elementi, interessanti per capire meglio una delle figure più importanti del risorgimento italiano.

Nel diario si contano centosessantuno pagine, di cui alcune nuove, che non compaiono cioè in passate trascrizioni. Come per esempio le pagine 119 e120 che i Cena hanno trovato incollate e su cui sono riportati dettagli piuttosto scabrosi di tresche amorose e performance sessuali. Da queste nuove informazioni, ma anche da un’analisi della calligrafia e delle sottolineature fatte dallo stesso Cavour, gli studiosi sperano ora di scoprire nuovi elementi per migliorare la conoscenza di un personaggio così importante per il Risorgimento e per la storia d’Italia.

Insieme al materiale cartaceo è stato ritrovato anche un piaio di occhiali conservati in perfetto stato, probabilmente quelli ritratti nel quadro oggi esposto al museo del risorgimento di Brescia.

Le istituzioni si sono dette pronte a comprare il materiale ad un prezzo congruo, così da poter arricchire il futuro museo dedicato a Cavour.

Articolo di Stefano Borroni

Per appronfondire: http://torino.repubblica.it/cronaca/2015/10/25/news/ritrovato_il_diario_segreto_di_cavour_un_pezzo_di_storia_d_italia_nelle_carte_dello_statista-125867905/?ncid=fcbklnkithpmg00000001

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...