Sant’Andrea: 5 cose da sapere sul primo discepolo di Cristo

Il 30 novembre si celebra Sant’Andrea (6 a.C. – 60 d.C.), considerato il primo discepolo di Gesù Cristo e il patrono di Scozia.
Tuttavia per più di 1.300 anni non fu riconosciuto come tale e, secondo alcune testimonianze, pare non avesse mai messo piede sul territorio scozzese durante la sua vita.
Amanti della Storia ha individuato 5 cose da sapere su Sant’Andrea nel giorno del “National Day” scozzese.

1) Sant’Andrea non è solamente il patrono di Scozia

Infatti è anche il patrono di Grecia, Russia, Amalfi (Italia) e delle isole Barbados. Così come in altri Paesi, per gli scozzesi è il protettore dei cantanti, delle zitelle, delle fanciulle, dei pescivendoli, dei pescatori, e delle donne incinte.
Sant’Andrea è anche il patrono dell’Order of the Thistle, uno dei più importanti circoli cavallereschi al mondo (dopo l’Order of the Garter).

2) Fu il primo discepolo di Gesù Cristo

Prima che lui e suo fratello Pietro diventassero discepoli di Cristo, Sant’Andrea era un pescatore. Fu battezzato da Giovanni Battista e divenne il primo discepolo di Gesù.
Non a caso, nella cultura greco-ortodossa, è noto come il “Prōtoklētos” (Πρωτόκλητος), letteralmente “il primo ad essere chiamato”.

3) Fu crocifisso su una croce trasversale a forma di X

Sant’Andrea fu crocifisso il 30 novembre del 60 d.C., su ordine del governatore romano. La crocifissione avvenne in Grecia, su una croce trasversale a forma di X, la stessa che appare sulla bandiera scozzese (Saltire) dal 1385.

scozia

La bandiera scozzese

4) Le persone vanno in pellegrinaggio dove sono conservate le sue reliquie

Le reliquie di Sant’Andrea sono rappresentate da un dente, una rotula, le ossa di un braccio e frammenti un dito e furono meta di pellegrinaggio fino al XVI secolo, quando le reliquie furono distrutte durante la Riforma Scozzese.
Nel 1870 l’Arcivescovo di Amalfi inviò in Scozia un osso, presumibilmente proveniente dalla spalla del santo: attualmente la reliquia è conservata nella Cattedrale di Santa Maria, ad Edimburgo.

5) Sant’Andrea non era scozzese

Sant’Andrea era nato a Betsaida, in Galilea (attualmente fa parte dello Stato di Israele). I suoi resti furono portati sul territorio scozzese 300 anni dopo la sua morte.
Tuttavia, nonostante sia venerato in Scozia dall’anno 1000 circa, è diventato santo patrono solamente nel 1320, in seguito alla Dichiarazion di Arbroath, nel tentativo di riconoscere l’indipendenza alla Scozia.

Fonti: The Indipendent, Gli Apostoli (Libreria Editrice Vaticana)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...