L’umanità ha rimandato la prossima era glaciale

Quando si svolgerà la prossima era glaciale? Secondo un nuovo studio tra 100.000 anni.

A causa delle attività inquinanti dell’uomo sembrerebbe infatti che la prossima glaciazione si verificherà in un periodo compreso tra questa cifra e i 50.000 anni precedenti

Pubblicata sulla famosa rivista “Nature”, la ricerca ha cercato di studiare quali sono le condizioni necessarie affinché si registri un raffreddamento globale, verificando nel contempo la situazione attuale.

Nonostante la Terra sia alla distanza giusta dal Sole, l’atmosfera sarebbe troppo piena di anidride carbonica. L’era glaciale, secondo gli studiosi, sarebbe già dovuta cominciare ma è stata ritardata dall’avvento della rivoluzione industriale.

Andrey Ganopolski, autore principale dello studio, descrive così i risultati:

“il principio di fondo è che stiamo fondamentalmente per saltare un ciclo glaciale intero,  il che non ha precedenti nella storia, è sbalorditivo come l’umanità sia in grado di interferire con un meccanismo che forma il mondo così come lo conosciamo”

Lo studio darebbe adito alle teorie che vogliono la Terra entrata in una nuova era geologica – Antropocene – in cui la Terra e il suo clima risentono dell’umanità, a tal punto che saranno ancora influenzate per decine di migliaia di anni nel futuro.

ultima glaciazione.jpg

La terra durante l’ultima glaciazione; massima estensione dei ghiacci circa 25.000 anni fa

Questa ricerca, pubblicata su Nature, è la prima che è stata in grado di spiegare che cosa induce un’era glaciale. Guardando i precedenti otto eventi glaciali negli ultimi 800.000 anni, i ricercatori sono stati in grado di capire quali sono le condizioni necessarie per far precipitare il Terra in un “congelatore”. Nonostante la complessità del nostro clima, tutto sembrava ridursi a due fattori: la quantità di luce solare che colpisce il pianeta nell’emisfero settentrionale, e la concentrazione di carbonio nell’atmosfera. Poiché quest’ultima è stata relativamente stabile fino alla Rivoluzione Industriale, è stata la natura ciclica della prima che ha in gran parte determinato l’entrata della Terra nell’era Glaciale.

“Come nessun’altra forza sul pianeta, le ere glaciali hanno modellato l’ambiente globale e in tal modo hanno determinato lo sviluppo della civiltà umana”, dice Hans Joachim Schellnhuber, co-autore dello studio. “Per esempio, dobbiamo la fertilità del terreno all’ultima glaciazione che ha anche modellato i paesaggi di oggi.

Ribaltamento di ruolo

Al contrario, sarebbe oggi l’uomo a dettare legge sull’evoluzione climatica e geologica del pianeta.

Curiosità, la piccola era glaciale

Thomas_Wyke-_Thames_frost_fair

 

Tra il 1600 e la metà del 1800 si verificò una piccola era glaciale; in tutto il mondo (in cui erano compiute osservazioni) si registrarono temperature molto più basse della norma. Gli inverni si allungarono, mentre molti ghiacciai riconquistarono il terreno perduto. Fu possibile così organizzare fiere e mercati lungo il corso dei fiumi ghiacciati, come il Tamigi, e camminare laddove prima era impossibile.

Articolo e traduzione di Stefano Borroni

fontihttp://www.iflscience.com/environment/greenhouse-gas-emissions-have-postponed-next-ice-age

http://www.theguardian.com/environment/2016/jan/13/fossil-fuel-burning-postponing-next-ice-age

https://it.wikipedia.org/wiki/Piccola_era_glaciale

studio pubblicato su Nature: http://www.nature.com/nature/journal/v529/n7585/full/nature16494.html 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...