Il Titanic a colori

16 fotografie a colori che vi lasceranno senza fiato. Siete pronti a tornare sul Transatlantico più famoso (e sfortunato) del mondo?

La storia la conosciamo un po’ tutti. Doveva essere il viaggio inaugurale, poi nel mezzo dell’Oceano Atlantico l’impatto, complice la sfortuna (assenza di vento e mare piatto), con un iceberg e la tragedia dovuta all’assenza di un numero adeguato di scialuppe per tutti. L’onore di un capitano che volle affondare con la sua nave, esortando gli uomini ad essere eleganti sino alla fine: “be english!”, ma anche i suoi evidenti errori di valutazione nonostante la lunghissima esperienza.

grandezza.png

le dimensioni del titanic

Erano gli anni finali della Belle époque, l’Europa stava ancora vivendo il sogno di un’epoca fatta di grandi progressi scientifici e tecnologici, ma che doveva far i conti con le rivendicazioni sociali e la grande povertà diffusa che spingeva molti a partire per le Americhe in cerca di fortuna.

è la storia di molti tra quelli che morirono in quella fredda notte del 14 aprile 1912 nelle acque gelate dell’Atlantico (la temperatura  era pochi gradi sopra lo zero); solo 705 persone – su 2223 uomini tra equipaggio e passeggeri –  riuscirono ad arrivare al porto di New York, salvati poche ore dopo l’affondamento del Titanic dalla nave Carpathia e in maggioranza appartenenti alla prima classe.

Il relitto del Titanic giace ancora oggi sul fondale dell’oceano, a quasi 4km di profondità, diviso in due tronconi principali. Probabilmente non sarà mai recuperato, visto le evidenti difficoltà tecniche e il costo esorbitante per un’operazione simile, tuttavia possiamo ricostruirne la grandezza attraverso i colori e lasciare che riposi sul fondale.

titanic1

Il Titanic in costruzione nel porto di Queen’s Island, Belfast, Irlanda.

titanic2.jpg

Il transatlantico fu costruito mentre nello stesso momento veniva eseguita la ristrutturazione dell’Olimpic, suo gemello

titanic3.jpg

Le sue dimensioni erano talmente grandi che obbligarono l’azienda Harland and Wolff a costruire un nuovo bacino di carenaggio, demolendo i tre costruiti in precedenza qui.

titanic4.jpg

Costruzione della prua

titanic5.jpg

Il Titanic lascia Belfast, accompagnato da due navi-rimorchio

titanic6.jpg

Fotografia risalente al 10 aprile 1912, il Titanic lascia il porto di  Southampton diretto a New York; non arriverà mai

titanic7.jpg

L’ultima foto del Titanic prima che si inabissasse

titanic8.jpg

La lussuosa prima classe, il Café Parisien

titanic9

Stanza di prima classe, arredata in stile imperiale (B-64)

titanic10

Altra stanza di prima di classe (B-38)

titanic11.jpg

Stanza di prima classe, decorata in stile olandese moderno (B-59)

titanic 12.jpg

Stanza di prima classe (B-60)

titaninic 13.jpg

La palestra del Titanic; includeva anche un sacco per pugilato, una cyclette e un vogatore

titanic 14

La stanza per fumatori di prima classe, accessibile solo agli uomini. Lo stile della stanza è giorgiano, molto popolare tra i “gentlemens.

titanic 15

La sala da pranzo di prima classe, la più grande stanza della nave, poteva accogliere fino ad 554 passeggeri

titanic 16

La sala d’ingresso per la famosa scalinata di prima classe

Articolo a cura di Stefano Borroni

 

Annunci

Un pensiero su “Il Titanic a colori

  1. Una stazza impressionante e davvero molto elegante e raffinata nel’arredo e nei dettagli delle sale interne. Vista l’imponenza risulta quasi incredibile pensare al suo affondamento causato da un’iceberg come è impressionante pensare che è tuttora là dove si è inabissata diventando patrimonio sommerso.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...