Le 5 bufale storiche più assurde

Quali sono le bufale storiche più incredibili che sono diventate parte integrante della nostra cultura?
Abbiamo ha provato a rispondere a questa domanda individuando le 5 falsità più assurde.

1) I Romani gettarono il sale sulle sulle rovine di Cartagine.

Senza dubbio è uno degli episodi più celebri delle guerre puniche: Scipione l’Emiliano, sconfitti gli avversari nella primavera del 146 a.C., ordina di spargere il sale sulle rovine della città di Cartagine. In realtà nessuna fonte antica riporta l’avvenimento.
Sarà l’autorevole storico ottocentesco Ferdinand Gegoriovus a descrivere l’episodio: secondo lo studioso tedesco, infatti, quando nel 1298 papa Bonifacio VIII rase al suolo la città di Palestrina, ordinò di cospargerla di sale “come era accaduto a Cartagine“. In realtà il pontefice parla correttamente del passaggio dell’aratro sulle rovine della città fenicia, ed è Greoriovus a confondere i termini e a creare questo equivoco.

2) La Grande Muraglia cinese è visibile dalla luna.

Costruita intorno al III secolo a.C. per difendere il territorio dalle incursioni nemiche, si è spesso supposto che la Grande Muraglia cinese fosse tra i monumenti terrestri visibile dalla luna. Nella realtà dei fatti questo è un falso storico perché, per quanto sia lunga quasi 9.000 km, essa è larga poco meno di 10 metri e, di conseguenza, non è possibile vederla dal suolo lunare.

Las Gran Muralla China de Badaling (5) - Badaling's Great Wall (

3) Gabriele D’Annunzio si fece asportare due costole.

Secondo questa leggenda, il grande poeta e scrittore italiano si fece asportare le costole per procurarsi un’auto-fellatio. In realtà, nessun medico avrebbe mai praticato una simile operazione sia per la delicatezza dell’intervento sia per il rischio che avrebbe corso D’Annunzio attraverso l’asportazione delle uniche ossa che proteggono alcuni organi vitali.

4) Il frutto proibito era la Mela.

Nel libro della Genesi, Adamo ed Eva vengono condannati per aver mangiato il “frutto proibito“. Generalmente si indica tale frutto con la mela, ma in realtà il testo biblico non parla assolutamente di questo: l’unico riferimento presente è all'”albero della conoscenza del bene e del male“, senza alcuna accezione specifica.

5) Le piramidi furono costruite dagli schiavi.

Il fatto che le grandi tombe dei faraoni fossero costruite dagli schiavi è un falso storico: esse furono costruite da operai salariati.
La prova di tutto ciò fu data da una serie di scavi che portarono alla luce le tombe di 2.500 manovali egizi. Molto probabilmente, la colpa di questo equivoco è da attribuire agli storici greci, che non riuscivano a spiegarsi la capacità degli egiziani di compiere volontariamente questi enormi e imponenti strutture.

foto-1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...