Roma, l’origine delle pasquinate

Esiste una statua in piazza di Pasquino, a Roma, vicino a piazza Navona, che racchiude una grande storia: qui per secoli furono affissi versi satirici contro i potenti della città.

Tutt’ora non è ben chiaro, ma il busto rappresenterebbe una statua parlante risalente al III secolo d.C., probabilmente di un eroe classico come Menelao, Ercole o Aiace, e ai piedi di questa statua i cittadini romani erano soliti apporre durante la notte cartelli e messaggi contro le personalità di spicco della città.

foto

L’intento non era rivoluzionario e l’obbiettivo non era aprire una discussione sul sistema politico vigente. Solamente sotto una prospettiva “sobillatrice” è quindi possibile interpretare le pasquinate contro il cardinale Alessandro Albani:

Alessandro sagratino
or romano e pria d’Urbino,
tutti i beni della Chiesa
con ingiuria e con offesa
e de’ poveri e di Dio,
con pensiero iniquo e rio
dissipò pria nel bordello,
come or fa il nipote fello,
indi in fabbriche ed in ville
con Faustine e con Camille.

Famose sono poi diventate le invettive satiriche contro papa Urbano VIII Barberini, pontefice dall’agosto 1923 al luglio 1644:

Quod non fecerunt barbari,
fecerunt Barberini.

E non mancano neppure i commenti ironici e piccati verso personaggi più moderni, come Napoleone, accusato di essersi impossessato delle opere d’arte italiane e di averle portate in seguito a Parigi:

«E’ vero che i francesi sono tutti ladri?»
«Tutti no, ma BonaParte!»

Al fascino delle pasquinate non resiste neanche il poeta romano Carlo Alberto Camillo Mariano Salustri, in arte Trilussa, il quale rivolge il suo sguardo satirico alle innovazioni urbanistiche introdotte nel 1938 dal regime fascista:

Se questo è il corso del Rinascimento,
ogni aborto diventa un lieto evento.

Infine, l’anonima pasquinata affissa ai piedi della statua parlante in occasione della visita a Roma di Adolf Hitler:

Povera Roma mia de travertino,
te sei vestita tutta da cartone
pe’ fatte rimira’ da ‘n imbianchino
venuto da padrone!

Fonti:

C. Rendina, Pasquino statua parlante, 2017.

Corriere della sera, 11 febbraio 2017

Annunci

Un pensiero su “Roma, l’origine delle pasquinate

  1. Pingback: Milano, la prospettiva e la Chiesa di Santa Maria | Amanti della storia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...